sabato 18 maggio 2024

News

Intervista a Marco Oliva - Gruppo di lavoro Charter e Iniziative volontarie

14 gennaio 2023
Scritto da: Assocasa
Intervista a Marco Oliva del gruppo di lavoro Charter e iniziative volontarie che segue l’evoluzione delle iniziative (anche legislative) legate all’ambito della sostenibilità.

Di che cosa si occupa il gruppo di lavoro di cui fa parte?
Il gruppo di lavoro Charter e iniziative volontarie segue l’evoluzione delle iniziative (anche legislative) legate all’ambito della sostenibilità. In particolare, fornisce aggiornamenti, indicazioni e pareri in merito alle proposte relative alle attività proattive di A.I.S.E. (Charter per una pulizia sostenibile, Progetti di concentrazione prodotti – PREP, Strategia sulla plastica, ecc.) 

Che ruolo ha all’interno del gruppo di lavoro?
In qualità di coordinatore del gruppo, mi occupo di discutere con i colleghi aggiornamenti e proposte  relative all’evoluzione normativa e alle iniziative volontarie di A.I.S.E.  Mi confronto per trovare un approccio scientifico comune e realizzare iniziative di settore che siano validate, ben comprese e sostenibili, non solo da un punto di vista ambientale, ma che tengano anche conto del nostro complesso mondo industriale e delle sue esigenze, specie in un periodo particolarmente delicato come questo.

Quali sono i traguardi più significativi raggiunti fino ad ora?
Il Charter per una pulizia sostenibile e le altre iniziative volontarie messe in atto da A.I.S.E. e da Assocasa sono attività che intendono ridurre l’impatto ambientale dell’intero settore della detergenza a livello europeo, raggiungendo traguardi collettivi e risultati concreti.

Grazie infatti al Charter per una pulizia sostenibile sono stati raggiunti diversi obiettivi quantificati:
- le emissioni di CO2  sono scese del 55%  in meno per tonnellata di prodotto 
- viene utilizzata il 43% di energia in meno per la produzione di una tonnellata di prodotto
- il packaging è stato ridotto del 17%

Quali sono gli obiettivi più ambiziosi previsti per il futuro?
Ci resta ancora molto lavoro con alcuni obiettivi chiave: 
- sul packaging bisogna necessariamente fare di più: lo chiede esplicitamente la normativa incipiente e lo possiamo leggere peraltro direttamente nelle cronache (vedi ad esempio la proposta per il nuovo regolamento su imballaggi e rifiuti avanzata dalla Commissione EU in merito al tema dei contenitori in generale e monouso in particolare)
- un  approccio al rischio e  risoluzione dei problemi con la maggior parte delle sostanze pericolose consentendo di ottimizzare le formulazioni per un impatto totale minimo, garantendo al contempo l'assenza di effetti avversi. 
- informazioni più efficaci ed educazione al consumo

Quali consigli per la detergenza / igiene / organizzazione quotidiana può dare ai consumatori in base alla sua esperienza professionale?
Avendo a cuore i temi legati allo sviluppo sostenibile, il consiglio che mi sento di dare ai consumatori è quello di leggere bene le etichette ed attuare un comportamento responsabile nell’ utilizzo dei detergenti e nello smaltimento dei loro flaconi a fine utilizzo.

Tra i consigli più importanti ricordo di verificare sempre con attenzione quali siano le corrette dosi di prodotto da utilizzare, evitando il sovradosaggio che oltre a portare degli sprechi, non permette nemmeno un miglioramento dal visto delle performance. Inoltre, per quanto riguarda il bucato in lavatrice, è bene utilizzare le più basse temperature possibili compatibilmente con le proprie necessità. Considerando l’intero ciclo di vita del prodotto, il consumatore gioca un ruolo molto rilevante in chiave sostenibilità, addirittura spesso più rilevante rispetto a quello del produttore del detergente. 

In altre parole, suggerirei di porre molta attenzione ai consigli tecnici di utilizzo del prodotto che possono fornire informazioni importanti.


Sede

Via Giovanni da Procida 11
20149 Milano
Tel. 0039.02.34565.236
Fax 0039.02.34565.320
assocasa@federchimica.it
Visualizza Mappa