NOTIZIE


Osservatorio Assocasa: si consolidano i segnali positivi e si lavora per la sostenibilità

by Daniele Tarenzi | ott 23, 2019
Milano, 22 ottobre 2019 – Federchimica Assocasa (Associazione Nazionale detergenti e
specialità per l'industria e per la casa) ha presentato oggi il 26° Osservatorio del mercato dei detergenti e dei prodotti per la casa.

Il Presidente Giorgio Dal Prato ha introdotto i lavori dell’Osservatorio, da cui emerge come nell’anno terminante ad agosto 2019 il “cura casa” (detergenti e prodotti per la manutenzione),
esclusi i “disposable”, segni complessivamente +0,9% a valore, trainato dalle vendite del Centro Nord, con una performance positiva di quasi tutte le categorie, comprese quelle che in passato avevano vissuto dei rallentamenti.

Per quanto riguarda i comparti, si evidenzia un’inversione di tendenza per i detergenti che segnano a valore +1% (anno terminante ad agosto 2019); soffrono ancora quelli per stoviglie e lavastoviglie, in crescita solo il segmento gel per la lavastoviglie (+11,4%), esattamente come succede per le liquid caps per il bucato (+32,8%) preferite per la praticità d’uso. Buona la performance dei detergenti per bucato che a valore segnano +2,8%. Segnali positivi emergono dagli anticalcare (+6,9%) e dai detersivi per WC (+4,2%).

Nei coadiuvanti lavaggio, il trend si conferma in crescita con +1,4%; a trainare sono gli
ammorbidenti concentrati (+2,9%). Segno positivo anche per i brillantanti (+5,2%).

Il segmento dei prodotti per la manutenzione, con un trend del -0,5%, risente delle perdite del cura auto (-5%); crescono solo i deodoranti (+0,5%) e i prodotti di manutenzione per la lavastoviglie (+0,4%).

Resta in crescita la categoria dei disinfestanti, su cui pesa ancora il caldo autunno 2018, (+1,5%). A guidare il trend, gli insetticidi per striscianti (+7,9%) e gli insetticidi per volanti e dopo puntura, entrambi +2,9%.

A livello di store format, nell’anno terminante ad agosto 2019 crescono ancora i Drug Specialist (+6,4%), che si affermano come secondo canale distributivo dopo i supermercati: segno che molti consumatori ricercano l’ampio assortimento e la qualità abbinate a buone opportunità di risparmio. Rallentano i Discount (+0,9%), mentre arretrano i liberi servizi (-4,7%). Iper e Super sostanzialmente restano stabili. Va rilevato che sempre più italiani acquistano prodotti grocery online, in particolare proprio le categorie non deperibili guidano la crescita. Il 33% dei consumatori cerca informazioni online prima di acquistare e il 14% acquista online i prodotti del comparto cura casa.

Benessere e sostenibilità restano due importanti elementi di traino di questa crescita. In questo contesto l’industria della detergenza ha guardato, con molta più attenzione, non soltanto alla soddisfazione dei bisogni delle famiglie in termini di igiene e pulizia della casa, ma anche alla sostenibilità per combattere sprechi e promuovere la convenienza, la praticità d’uso e il benessere in generale. L’attenzione è rivolta al singolo consumatore, affinché sia ben informato e consapevole nell’utilizzo dei prodotti della detergenza, dato il suo ruolo fondamentale attraverso il giusto dosaggio e le corrette abitudini d’uso durante le operazioni di pulizia e manutenzione della casa.

Giorgio Dal Prato, Presidente di Assocasa, ha detto: “Sono soddisfatto per questa edizione dell’Osservatorio che offre la possibilità di confrontarsi su un tema molto importante ed estremamente complesso come quello della sostenibilità. Un tema che deve essere trattato con dati scientifici e attraverso la collaborazione di tutta la filiera. Grazie al confronto anche con casi studio importanti, abbiamo avuto l’opportunità di riflettere su nuove azioni che vedono impegnate le aziende ma anche i consumatori.
“Su questo, la nostra associazione sta lavorando da tempo - continua Dal Prato. Il settore della detergenza è infatti impegnato da anni attivamente con iniziative volontarie come la concentrazione dei detersivi. Grazie alla tecnologia moderna, i detersivi concentrati consentono di effettuare lo stesso lavaggio con una quantità minore di prodotto, permettendo un notevole risparmio di materie prime, imballaggi e trasporto, riducendo le emissioni di CO2.
Inoltre, è fondamentale fornire nuovi strumenti di dialogo con particolare attenzione
all’informazione rivolta direttamente ai consumatori attraverso il nostro webmagazine
pulitiefelici.it”.